Bigattiera

blog per i diritti dei bambini e delle bambine del campo della Bigattiera – Pisa

I Rom di Pisa, gli uccelli sui rami e il sasso lanciato contro… – Agostino Rota Martir

La conferenza stampa tenuta ieri a Pisa sulla situazione del campo della Bigattiera, almeno per me ha segnato un momento significativo, soprattutto in ciò che riguarda il discorso della integrazione, che spesso è una bandiera sventolata a vanvera da tanti soggetti in causa.

Quanto avrei desiderato che il discorso del Rom della Bigattiera fosse ascoltato dagli stessi  amministratori, discorso fatto fuori dal palazzo del Comune, ma capace di allargarsi sull’intera città, passando nelle scuole, piazze, Chiese..fino a raggiungere chiunque, compreso l’accampamento nascosto sotto qualche ponte della nostra città.

Certo il discorso di Kamil non risolve le questione tutt’ora aperte riguardanti i Rom in genere, ma evidenzia le contraddizioni delle soluzioni che l’amministrazione di Pisa sta destinando sulla testa degli interessati.

Cosa ha detto in sostanza Kamil? Ha usato la semplice immagine degli uccelli che stanno seduti sui rami di un albero, qualcuno quando getta un sasso sull’albero gli uccelli volano via, ma poi ritornano ad appollaiarsi sopra lo stesso albero.

Gli sgomberi della Amministrazione sono il sasso lanciato contro gli uccelli, ma “noi Rom” prima o poi ritorniamo su quell’albero, perché Pisa è la nostra casa è il nostro albero, i nostri figli sono nati qui, non altrove. Voi ci date l’elemosina per ritornare al nostro paese (Macedonia), ma questa è la nostra casa, perché in Macedonia dovremmo vivere da clandestini. Il sangue non si compra, proprio come il volo degli uccelli, li puoi spostare solo nelle gabbie.

Il senso è che con le gabbie non c’è integrazione alcuna, essa è innanzitutto questione di sangue e cuore, prima ancora che di numeri!  “Io mi sento Pisano”: i miei figli sono nati qui, come quelli di tanti altri Rom della Bigattiera, che vanno a scuola con i vostri figli..perché dovremmo andare in Macedonia o in un’altra regione Italiana per sentirci di nuovo “stranieri, mal visti e sospetti da tutti”?

Se voi adesso ci sgomberate (lanciate il sasso addosso), noi voleremo via senz’altro, ma ritorneremo qui, troveremo a Pisa un altro posto, con la nostra gente! Qui è il nostro albero, anche se agli assistenti sociali del comune non piace. Noi c’eravamo prima che loro iniziassero a lavorare, magari venendo loro da fuori.

E’ fuori dubbio che Kamil ieri non sapesse del discorso di papa Francesco aveva fatto il giorno prima a Roma, ai partecipanti all’incontro mondiale dei movimenti popolari.. ma non è il solo a non saperlo o a ignorarlo, purtroppo!  Sono sicuro che le sue parole avrebbero illuminato il cuore del vescovo di Roma, trovando forse spazio in qualche suo passaggio, soprattutto quando parla proprio degli sgomberi:

“Viviamo in città che costruiscono torri, centri commerciali, fanno affari immobiliari ma abbandonano una parte di sé ai margini, nelle periferie. Quanto fa male sentire che gli insediamenti poveri sono emarginati o, peggio ancora, che li si vuole sradicare! Sono crudeli le immagini degli sgomberi forzati, delle gru che demoliscono baracche, immagini tanto simili a quelle della guerra. E questo si vede oggi.”

Sono parole del Papa… mica mie o dei soliti fuori di testa.

Ad ogni modo grazie a Kamil per la bella lezione di “integrazione dall’albero di Pisa” sull’intera cittadinanza, spero che continui a volare attorno a noi.

Agostino Rota Martir

Campo Rom di Coltano (PI) .. pardon dallo “spazioso albero Rom” di Coltano, ancora ricco di rami.

31 Ottobre 2014

Annunci

Un commento su “I Rom di Pisa, gli uccelli sui rami e il sasso lanciato contro… – Agostino Rota Martir

  1. giuliana
    1 novembre 2014

    anch’io spero che Kamil e i suoi amici continuino a volare sui nostri alberi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 ottobre 2014 da .

Contatti

e-mail: appellobigattiera (at) gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: