Bigattiera

blog per i diritti dei bambini e delle bambine del campo della Bigattiera – Pisa

“Bambini che hanno colpa di essere rom” Moni Ovadia

Moni Ovadia , in occasione della sua presenza all’Internet Festival di Pisa, dove ha presentato in collaborazione con I Sacchi di Sabbia  lo spettacolo “Karl Marx reloaded”ha voluto darci un suo contributo per il blog in difesa dei diritti dei bambini e delle bambine della Bigattiera. Con immensa gioia lo pubblichiamo.

“Una volta di più si dimostra che nel paese della mamma i bambini non sono tutti uguali. Ci sono bambini la cui colpa è quella di esistere per quello che sono, cioè rom. E magari hanno anche la colpa di essere in sopra numero. Quindi a loro sono negati servizi di trasporto per la scuola, acqua potabile ed elettricità. Questo accade alla Bigattiera campo “nomadi” a Pisa, città che vanta tradizioni di civiltà e di sapere particolarmente sentite e malgrado un Odg, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale che prevedeva l’erogazione dei servizi mancanti.

Perché questa violazione dei più elementari diritti dei bambini? Perché questa patente violazione dei nostri principi costituzionali? Questa logica umilia prima di tutto la nostra dignità di italiani.”

Moni Ovadia

Moni Ovadia, attore e musicista, nasce in Bulgaria da una famiglia ebraico-sefardita, si trasferisce presto a Milano dove si laurea in Scienze Politiche. Inizia la sua carriera d’artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi. Nel 1984 si avvicina al teatro, prima in collaborazione con artisti come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi come ideatore, regista, attore e capocomico del suo “teatro musicale”. Con lo spettacolo Oylem Goylem si impone all’attenzione del grande pubblico. La sua produzione vastissima comprende opere teatrali, partecipazione a programmi radiofonici, film per cinema e televisione, nonché una notevole produzione musicale e discografica. Moni Ovadia è anche noto per il suo costante impegno politico e civile a sostegno dei diritti e della pace. www.moniovadia.it

—–

Aggiungiamo volentieri anche l’intervento di Giulia Gallo, fondatrice e attrice de I Sacchi di Sabbia, compagnia teatrale di Pisa che ha collaborato con Moni Ovadia nello spettacolo di ieri sera nel Geoide dell’IF. www.sacchidisabbia.com

“Se penso ai Rom mi vengono in mente i volti di Melissa, Ramadan, Daglas, Rosino, Daniela, che insieme ai loro compagni di seconda elementare hanno scritto una bellissima poesia: “Siamo foglie diverse strane e colorate unite nell’albero della classe dalla linfa della nostra amicizia”. Cosa faremmo senza questa diversità, questa stranezza, questi colori?”

Giulia Gallo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 ottobre 2014 da .

Contatti

e-mail: appellobigattiera (at) gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: